PALMI. Francesco Minniti: «Lotta senza indugi, remore e sconti agli infedeli»

PALMI . « La notizia che oggi si presenta – ha commentato il comandante del Reparto palmese della P...

PALMI. «La notizia che oggi si presenta – ha commentato il comandante del Reparto palmese della Polizia penitenziaria, Francesco Massimiliano Minniti – non è solo quella semplice e semplicistica relativa all’esistenza di un infedele all’interno del Corpo, poiché la comune esperienza induce a considerare che da sempre si annidano “mele marce” all’interno delle Istituzioni e purtroppo anche dei Corpi di polizia, ma soprattutto che l’attività investigativa, che poi ha portato all’arresto di oggi, ha trovato impulso dalla stessa Istituzione di cui l’arrestato fa parte, a seguito di una osservazione estremamente corpulenta e di ferrea determinazione da parte del Reparto e della direzione. L’evento odierno vale ad affermare l’integrità delle Istituzioni che vigilano su esse stesse con occhio imparziale e che pretendono dai loro appartenenti assoluta trasparenza e affidabilità, espungendo senza esitazioni chi non risponde a tali principi. La lotta al crimine viene portata avanti tra mille difficoltà e sacrifici da magistrati e uomini in divisa non solo contro la criminalità esterna, organizzata o spicciola, ma anche e soprattutto contro i “nemici interni”, gli infedeli, nei confronti dei quali la lotta è senza indugi, senza remore e senza sconti ed è portata avanti dalle stesse Istituzioni dove essi si annidano. Come ogni altra Istituzione dello Stato, la Polizia penitenziaria oggi fa pulizia al suo interno e lo fa senza remore, affermandosi ancora una volta come severo garante della legalità, di modo che possa trovare risposta netta la domanda di chiarezza e di fiducia nell’integrità delle Istituzioni che il cittadino legittimamente pone».
Reazioni:  

Posta un commento

Video Notizie

Recenti

+Letti

Hop

Archivio

WebTV


item